27 luglio 2014

La Brezza degli Angeli, il trailer del nuovo film di Stefano Ballini



Ecco il comunicato stampa dell'autore:


Buongiorno a tutti,
con questa mail sono lieto di annunciarvi l'uscita del trailer del mio nuovo film:

La Brezza degli Angeli

Associazione Cinema Olimpia di Tavarnelle Val di Pesa (FI)
presenta

Un documentario di

Stefano Ballini

Il film è destinato alla visione su internet, su youtube.com, senza fini di lucro assolutamente no profit e visibile gratuitamente a tutti.
Saranno stampati 1000 DVD da distribuire gratuitamente

Il film in questione è un documentario sulla seconda guerra mondiale ma soprattutto sulla memoria, il titolo è una metafora del significato del film ed è anche la storia di un bambino nato a Greve in Chianti negli anni 20’ che, da un’altra dimensione, racconta al fratello minore (ormai anziano) di altri bambini scomparsi nel periodo della seconda guerra mondiale e specificamente nelle stragi nazifasciste successe a cavallo fra la Toscana e l’Emilia Romagna nel 1944. Le persone e le stragi raccontate in questione sono: Celso Battaglia e Lauretta Federici per Vinca (MS), Mario Marsili, Adele e Lilia Pardini per Sant’Anna di Stazzema (LU), Tosca Lepori, Remo Mazzei e Riccardo Cardellicchio per il Padule di Fucecchio, Vittoriano Frulloni per Vallucciole (Stia-AR), Adriana Gualmini, Leo Compagni e Roberto Tincani per Monchio (MO), Francesco Pirini, Ferruccio Laffi e Pietro Zebri per Marzabotto (BO). Il racconto del piccolo bambino, morto a tre anni e cinque giorni si snoda fra queste località, con testimonianze di superstiti ecc..

Il film vede la gentile partecipazione del Dott.Marco De Paolis, Procuratore Militare della Repubblica di Roma.

L’attenzione è rivolta alle stragi nazifasciste meno conosciute e soprattutto ai bambini scomparsi.

Disegni: Lorenzo Ballini Art

Musiche: Emiliano Benassai e Angela Tempestini, Yo Yo Mundi, Kina,  Kevin MacLeod

è possibile vedere il trailer all'indirizzo:


allo stesso indirizzo sarà visibile l'intero film dal giorno 24 dicembre 2014

La prima assoluta del film sarà a Marzabotto (BO) nel periodo delle celebrazioni dell'eccidio in ottobre 2014


Con il Patrocinio gratuito della Regione Emilia Romagna, delle Provincie e dei Comuni interessati



Stefano Ballini

Stefano Ballini (1968 San Casciano VP-FI) è un giornalista e regista italiano per hobby.
Fonda e dirige dal 1982 la fanzine ironico/musicale Trippa, un misto di ironia toscana e musica underground italiana e non. Riprende l’attività giornalistica, interrotta per il servizio militare, nel 1992 e fonda Trippa Shake, evoluzione di Trippa, con l’autorizzazione di Marcello Baraghini di Stampa Alternativa. Nel 2000 abbandona la versione cartacea per approdare sul web. Piano piano la rivista va morendo anche se tutt’ora è attivo il sito sul quale vengono raccolte interviste e articoli dell’epoca (www.trippashake.com).
Nel 2011 si improvvisa filmaker e decide di girare un tributo agli amici della fanzine e fa uscire il video “Trippa Shake Anniversary 1982-2012”.
Nel frattempo Stefano Ballini si appassiona ai video e al montaggio e nel 2012 decide di rendere omaggio al padre “Carlino” con il documentario “Il Treno che Bucò il Fronte” che prende spunto da un racconto della seconda guerra mondiale del padre per poi passare attraverso tre stragi nazifasciste.
Il 29 Gennaio 2013, dopo la visione del video da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Stefano Ballini viene invitato dallo stesso Presidente alla celebrazione del “Giorno della Memoria” al Quirinale, come segno di apprezzamento e stima.
Il 24 marzo 2013 Stefano Ballini viene invitato ancora una volta dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Sant’Anna di Stazzema per la storica visita congiunta del Presidente Napolitano con il Presidente della Repubblica Federale tedesca Joachin Gauck, a Stefano Ballini viene chiesto da Napolitano di consegnare al presidente Gauck una copia del video “Il Treno che Bucò il Fronte” sottotitolato in inglese. Il video verrà consegnato successivamente dal Cerimoniale del Quirinale direttamente al Presidente Gauck dal quale riceverà successivamente i ringraziamenti.
Il Treno che Bucò il Fronte viene presentato anche a diverse classi di scuole medie e superiori, inoltre, su richiesta, il 2 aprile 2014 viene proiettato, alla presenza dell’autore, agli studenti dell’Ateneo dell’Università di Salerno, al dibattito successivo partecipa anche Miuccia Gigante, Segretario Nazionale ANED.
Nel 2013 esce in DVD 16 “Un 25 aprile a Monte Sole“, video sul 25 aprile a Monte Sole, Marzabotto, richiesto dall’Associazione dei Familiari delle Vittime dell’Eccidio di Marzabotto, la prima viene fatta proprio a Marzabotto al Teatro Comunale nel periodo delle celebrazioni, con le istituzioni, l’associazione delle vittime e tutto il cast presente. Anche in questo riceve l’apprezzamento ufficiale del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.



Il Treno che Bucò il Fronte visibile gratuitamente su www.treno1944.com

Versione sottotitolata in inglese su www.train1944.com

16 “Un 25 aprile a Monte Sole” visibile gratuitamente su www.16montesole.com

Il Partigiano Nicche visibile gratuitamente su www.partigianonicche.com




Nessun commento:

Posta un commento